Crea sito

I Vangeli gnostici: un aspetto ancora sconosciuto del Cristianesimo

vangeli gnostici

I Vangeli gnostici scoperti nella prima metà del XX secolo hanno rivoluzionato la storia del Cristianesimo. Questi preziosi documenti rinvenuti in Egitto hanno portato alla luce verità fino ad allora sconosciute e, in un certo senso, capovolto l’importanza di alcune figure chiave del vangeli canonici mostrando insegnamenti segreti di Gesù Cristo. Grazie ai cosiddetti testi di Nag Hammadi abbiamo quindi la prova che un tempo ci fu anche un Cristianesimo esoterico oltre a quello tradizionale giunto sino ai nostri giorni.

I Vangeli gnostici: cosa nascondono i testi di Nag Hammadi

Nel dicembre del 1945, due contadini egiziani scoprirono a Nag Hammadi, nell’Alto Egitto, una giara contenente tredici codici. Dopo un’attenta analisi i testi si rivelarono come una raccolta di frammenti sparsi di ben 53 codici gnostici tradotti in lingua copta. Presumibilmente il copto non era la lingua originale dei testi i quali difatti presentavano infatti una chiara impronta ellenica e sarebbero quindi da far risalire almeno al II secolo d.C.

Negli anni successivi, tra il 1946 ed il 1947, il Museo de Il Cairo acquistò i manoscritti che, analizzati da esperti del settore, vennero indubbiamente fatti risalire a sette gnostiche dei primi secoli dopo Cristo. Tra i più importanti testi gnostici rinvenuti vi sono quelli successivamente denominati Vangeli gnostici: Vangelo di Tommaso, Vangelo di Verità e Vangelo di Filippo.

I Vangeli gnostici e la loro classificazione

I documenti vennero in seguito classificati e suddivisi in 13 codici:

CODICE I

  • Preghiera dell’Apostolo Paolo
  • Vangelo di Giacomo
  • Vangelo di Verità
  • Trattato sulla Resurrezione
  • Trattato Tripartito

CODICE II

  • Vangelo apocrifo di Giovanni
  • Vangelo di Tommaso
  • Vangelo di Filippo
  • Ipostasi degli Arconti
  • Sull’Origine del Mondo
  • Esegesi dell’Anima
  • Libro di Tommaso l’Atleta

CODICE III

  • Vangelo apocrifo di Giovanni
  • Vangelo degli Egiziani
  • Epistola di Eugnosto
  • Libro della Sapienza di Gesù Cristo
  • Dialogo del Redentore

Leggi anche: L’esoterismo cristiano e gli insegnamenti segreti di Gesù

CODICE IV

  • Vangelo apocrifo di Giovanni
  • Vangelo degli Egiziani

CODICE V

  • Epistola di Eugnosto
  • Apocalisse di Paolo
  • Prima Apocalisse di Giacomo
  • Seconda Apocalisse di giacomo
  • Apocalisse di Adamo
  • Discorso Perfetto

CODICE VI

  • Atti di Pietro e degli Apostoli
  • Il Tuono
  • Insegnamento autorevole
  • Concetto del nostro grande potere
  • Parafrasi della Repubblica di Platone 
  • Discorsi sull’Ogdoade e sull’Enneade
  • Preghiera di Ringraziamento

CODICE VII

  • Parafrasi di Sem
  • Secondo trattato del grande Set
  • Apocalisse di Pietro
  • Insegnamenti di Silvano
  • Tre steli di Seth

CODICE VIII

  • Zostriano
  • Lettera di Pietro a Filippo

CODICE IX

  • Melchisedek
  • Il Pensiero di Norea
  • La testimonianza veritiera

CODICE X

  • Marsanes

CODICE XI

  • Interpretazione della Gnosi
  • Trattato valentiniano
  • Rilevazioni ricevule dall’Allogeno
  • Hypsiphrone

CODICE XII

  • Sentenze di Sesto
  • Frammento centrale del Vangelo di Verità
  • Frammenti sparsi non meglio classificati

CODICE XIII

  • Protennoia triforme
  • Frammento del testo Sull’Origine del Mondo

Tracce della dottrina gnostica negli scritti di Nag Hammadi

vangeli gnosticiI Vangeli gnostici costituirebbero una sorta di insegnamento segreto tramandato da Gesù agli apostoli. Buona parte di queste dottrine esoteriche le si ritrova nel Vangelo di Tommaso, forse il più conosciuto tra i testi di Nag Hammadi. A differenza dei vangeli canonici, i Vangeli gnostici sono scritti con un linguaggio più complesso e portano chi li legge ad una profonda riflessione su di sé.

Nei vangeli di Nag Hammadi viene quindi ripresa la dottrina gnostica secondo la quale vi sarebbero tre diverse nature secondo le quali sarebbe possibile suddividere gli esseri umani: ilica, psichica e pneumatica.

  • La natura ilica, detta altresì irrazionale, spinge gli uomini a comportarsi come bestie seguendo solamente gli istinti animaleschi: mangiare, bere ed accoppiarsi.
  • La natura psichica o razionale porta gli uomini a credere all’esistenza di un qualcosa di spirituale, di superiore, ma relega gli uomini ad una condizione subalterna rispetto a Dio. Essi quindi vedono un dio esterno al mondo ed è tipica delle tre religioni abramitiche: Cristianesimo, Ebraismo ed Islam.
  • La terza natura detta pneumatica o spirituale, conduce alla Luce, alla Liberazione, in quanto spinge gli esseri umani ad una ricerca del dio insito in ognuno di noi. Si tratta quindi di una ricerca interiore, un viaggio introspettivo che conduce l’uomo a Dio. Per lo Gnosticismo la gnosi o conoscenza è libertà a differenza dell’ignoranza che è schiavitù.

Leggi anche: La qualità umane e la classificazione degli uomini

Principi fondamentali dello Gnosticismo

Secondo gli insegnamenti gnostici, l’Essere Supremo non ha inizio nè fine, risiede nel Pleroma, la Pienezza Divina. Egli genera da se stesso il Logos-Cristo e crea il Tutto, gli Eoni. Solamente attraverso il Logos-Christos è possibile avvicinarsi a Dio.

La Realtà fenomenica si suddivide quindi in tre regioni:

  • il Pleroma, dove risiede l’Assoluto, l’Essere Superiore
  • il Mondo Superiore degli Eoni
  • il Mondo Inferiore o terreno.

L’unica Conoscenza è quindi quella rappresentata dal legame Dio in noi e noi in Lui. Quando l’uomo scoprirà questo, tornerà ad essere libero, raggiungendo quindi una sorta di Illuminazione. Sono assai evidenti le analogie con le filosofie orientali, soprattutto nel rapporto Gnosticismo-Advaita Vedanta.

Conclusione

I testi di Nag Hammadi hanno portato alla luce un Cristianesimo diverso da quello tradizionalmente insegnato fino ad allora. Da un’attenta analisi di tali documenti salta agli occhi una figura assai diversa dei protagonisti del vangeli canonici, Giuda e Maria Maddalena su tutti. Giuda, colui che per antomasia viene visto come il traditore assume invece una connotazione positiva in quanto è colui che assolve il compito di liberare l’entità cristica dalla figura dell’uomo Gesù. La Maddalena diventa invece una sorta di discepola prediletta di Gesù e, in alcuni passi, sembrerebbe quasi la sua compagna. A differenza dei vangeli canonici, comunque, quelli gnostici sono chiaramente indirizzati a dei lettori più preparati e pronti ad accogliere gli insegnamenti occulti di Gesù. I Vangeli gnostici sarebbero quindi manuali per gli iniziati e non adatti a tutti.

Prometheus

(Visited 3 times, 1 visits today)