Crea sito

La mitologia norrena: la religione degli antichi Vichinghi

mitologia norrenaMitologia norrena o Paganesimo scandinavo

Con mitologia norrena, mitologia nordica, mitologia vichinga o mitologia scandinava ci si riferisce alle credenze religiose pre-cristiane e alle leggende di popoli Scandinavi, inclusi quelli che colonizzarono l’Islanda, dove le fonti scritte della mitologia norrena furono assemblate. È la versione meglio conosciuta delle più antica mitologia germanica che include anche la strettamente correlata mitologia anglo-sassone. La mitologia germanica è ricondotta da molti studiosi all’interno dell’ipotetica mitologia indoeuropea.
La mitologia norrena non è frutto di una “religione rivelata”, in quanto priva di una fondazione storica individuale. Per la maggior parte dell’età vichinga venne trasmessa oralmente e le nostre conoscenze al suo riguardo sono principalmente basate su testi medievali (in particolare le due versioni dell’Edda), compilati successivamente all’introduzione del Cristianesimo.
Nel folklore scandinavo, queste credenze sono durate a lungo anche successivamente al medioevo, in alcune aree rurali si sono conservate fino ai nostri giorni, venendo di recente rivivificate o reinventate, come l’Asatru o Odinismo. La mitologia norrena si è conservata anche come fonte d’ispirazione letteraria, produzioni teatrale o cinematografica.

Leggi anche: Asatru o religione odinista – Il neopaganesimo nordico

Fonti

222px-EddaLa maggior parte della mitologia norrena, trasmessa oralmente, è andata persa. Eruditi cristiani ne hanno recuperati e conservati frammenti più o meno corposi. I due nomi principali sono quelli di Snorri Sturluson (compilatore dell’Edda) e Saxo Grammaticus, autore delle Gesta Danorum. Questi autori adottano un’interpretazione evemeristica, per cui le divinità norrene sono eroi umani o sovrani divinizzati.
L’Edda in prosa fu scritta probabilmente tra il 1222 e il 1225 da Snorri Sturluson (è detta per questo anche Edda di Snorri). Nelle intenzioni dell’autore dovrebbe essere un manuale per aspiranti poeti. La costruzione delle complesse metafore poetiche (note come Kenningar) alla base della poesia norrena, tuttavia, richiede un’ampia conoscenza del retroterra mitologico, che qui Snorri espone estesamente.
L’Edda in poesia (detta anche Edda di Sæmundr, in quanto erroneamente attribuita all’erudito Sæmundr il Saggio) fu scritta sempre nel XIII secolo. Tuttavia, i ventinove lunghi poemi che contiene risalgono a epoche di gran lunga anteriori, anche sino al IX o X secolo. Di questi, undici trattano delle divinità, altri di eroi leggendari, come il celebre Sigurðr, il Sigfrido della germanica Canzone dei Nibelunghi.
Oltre a queste fonti sono sopravissute diverse leggende nel folklore orale scandinavo, e centinaia di luoghi nella Scandinavia prendono il nome dagli dei. Esistono anche numerose pietre runiche, o che ritraggono scene della mitologia norrena, come la pesca di Thor, Odino che cavalca Sleipnir, Odino divorato da Fenrir, Hyrrokkin che cavalca verso il funerale di Baldr. In Danimarca è stata ritrovata una pietra che ritrae Loki con mustacchi arricciati come un dandy e le labbra cucite. Ci sono anche immagini più piccole: figurine che ritraggono Odino (con un occhio solo), Thor (con il suo martello) e Freyr.

Cosmologia

norse_mythology_1Secondo la mitologia norrena la terra si chiama Miðgarðr (lett. “recinto centrale”; vedi anche Terra di Mezzo). Circondata dalle acque, alla sua sommità si trova Asgarðr, la dimora degli dei, raggiungibile unicamente tramite Bifröst, il ponte dell’arcobaleno. I Giganti vivono all’esterno del mondo, al Nord, in un luogo chiamato Jötunheimr (“Paese dei giganti”). La dea Hel governa il sotterraneo regno di Helheimr, luogo predestinato ai defunti. Nel Sud vi è l’infuocato e misterioso reame di Muspell, il Múspellheimr dimora dei giganti del fuoco. Ulteriori regioni dell’immaginario norreno sono Álfheimr dimora degli “elfi chiari” (ljósálfar), Svartálfaheimr dimora degli elfi oscuri (ma questa divisione tra elfi è fatta unicamente da Snorri), Niðavellir le miniere dei Nani.

SECONDA PARTE

(Visited 94 times, 6 visits today)