Culti misterici

culti misterici

Culti misterici: iniziazioni e misteri dell’antichità

Anticamente, i culti misterici venivano praticati in tutto il Mediterraneo e in Asia Minore. Dall’Egitto dei faraoni alla Mesopotamia passando per la Roma dei Cesari e la Grecia classica. Essi erano la religione dei cosiddetti Iniziati, di coloro i quali erano in grado di comprendere i misteri dell’Uomo e dell’Universo.

I culti misterici avevano quindi un’importanza addirittura superiore alle religioni classiche praticate e seguite dalle masse. Possiamo affermare che le religioni misteriche costituivano una sorta di religione all’interno della religione. Essi rivestivano l’aspetto esoterico dei culti praticati dalla gente comune.

Culti misterici

Non tutti potevano essere iniziati ai culti misterici dal momento che non tutte le persone erano in grado non soltanto di comprendere ma, anche e soprattutto, tenere la bocca chiusa su ciò che si vedeva e si sentiva durante le iniziazioni. La pena per chi rivelava certi segreti comportava anche la condanna a morte!

I culti misterici venivano celebrati praticamente ovunque nel mondo antico. Si va dai Misteri di Iside ed Osiride in Egitto a quelli di Mitra in Persia, Attis in Frigia, passando per quelli dei Cabiri di Samotracia ai misteri di Eleusi ed all’Orfismo in Grecia.

culti misterici

Delle religioni misteriche appena elencate, quella su cui abbiamo più informazioni sono i misteri di Eleusi. Celebrati nei pressi di Atene, per l’appunto ad Eleusi, durante l’Equinozio di Primavera, durante il quale si svolgevano i Piccoli Misteri, e l’Equinozio autunnale in cui vi erano i Grandi Misteri.

Le iniziazioni si componevano di sette diversi gradi. Per poter accedere al grado successivo bisognava affrontate delle dure prove sia da un punto di vista fisico che mentale. Il tutto avveniva sotto la guida dei sommi sacerdoti, i cosiddetti Ierofanti.

culti misterici avevano come obiettivi quello di far aprire le menti alle persone che potevano così capire a fondi non solo i misteri del cosmo ed i segreti della Natura ma, anche e soprattutto, giungere ad una profonda conoscenza interiore secondo il famoso motto “conosci te stesso”.