Eleusi e i suoi antichi Misteri: perchè così tanta importanza?

La strada verso l’immortalità

I Greci più antichi infatti consideravano i misteri di Eleusi tanto superiori in onore a tutti gli atti che riguardano la religione, quanto gli dèi sono superiori agli eroi.  – Pausania 1)1

eleusi

Le rovine del Tempio di Eleusi

Eleusi: brevi cenni storici

Eleusi, oggi Elefsina, si trova ad una ventina di chilometri a nord-ovest dalla capitale greca Atene e, oltre ad essere ricordata per aver dato i natali ad Eschilo, uno dei più grandi tragediografi della Grecia classica, fu per secoli anche e, soprattutto, il luogo in cui anticamente venivano celebrati i famosi riti misterici conosciuti come Misteri Eleusini. 2)2

Eleusi fu un importante centro religioso a partire dal 1.700 a.C. fino al 381 d.C. quando Teodosio ne ordinò la chiusura del santuario; nel 395 venne distrutta dai Goti guidati da Alarico e, l’anno seguente, nel 396, definitivamente abbandonata dalla popolazione. Ad onor di cronaca i Misteri continuarono segretamente almeno sino all’arrivo del Cristianeismo dal quale furono soppiantati e sotituiti.

Attualmente Eleusi–Elefsina, oltre ad avere il bellissimo sito archeologico, è una zona industriale dove viene raffinata la maggior parte del petrolio greggio importato in Grecia.

Il mito di Demetra

NAMA_Triade_éleusinienne

Trittolemo e Demetra. Bassorilievo marmoreo trovato ad Eleusi (440-430 a.C.)

Persefone, figlia di Zeus e di Demetra, un giorno, mentre stava raccogliendo dei fiori, venne rapita da Ade, il dio degli Inferi. Sotto spoglie umane, Demetra intraprese una disperata ricerca della figlia fino a quando, in cerca di ospitalità, si fermò alla corte di Celeo, re di Eleusi, e di sua moglie Metanira. Per sdebitarsi dell’ospitalità ricevuta, Demetra volle rendere immortale Demofonte, uno dei figli di Celeo ma, sorpresa da Metanira mentre lo metteva sul fuoco come fosse un ciocco di legno, dovette rivelare la sua natura divina. Per vendetta contro le altre divinità che non intervennero contro Ade, ella fece morire tutte le piante della terra, paventando quindi l’estinzione per l’intera umanità. Gli dei, allarmati da questa situazione che si era creata e, timorosi di perdere le offerte degli uomini, implorarono Demetra di rendere la terra di nuovo fertile. La dea avrebbe accettato solamente una volta riavuta la figlia Persefone quindi Zeus andò da suo fratello Ade ordinandogli di liberare la fanciulla la quale potà riabbracciare così la madre. Madre e figlia tornarono insieme all’Olimpo ma, ad’una condizione: Persefone doveva passare un terzo dell’anno negli Inferi in compagnia di Ade. La discesa di Persefone sarebbe coincisa con la comparsa dell’inverno sulla terra mentre la sua risalita, in primavera, con il risveglio del mondo vegetale quando la natura sarebbe tornata a dare i suoi frutti. Prima di fare ritorno sull’Olimpo, Demetra fondò un tempio ad Eleusi e diede al re Celeo e a suo figlio Trittolemo le istruzioni su come eseguire i riti in suo onore nel tempio a lei consacrato. Ovviamente si trattava di procedure e riti segreti che dovevano essere rispettati rigorosamente e la cui violazione sarebbe state punita con la morte. Come ultimo ringraziamento, Demetra regalò a Trittolemo, che possiamo quindi considerare il primo Iniziato di Eleusi, una spiga di grano con il compito di insegnare agli uomini l’agricoltura. 3)3

Svolgimento dei riti

EleusiSpigaLo svolgimento dei riti era appannaggio di due potenti famiglie, gli Eumolpidi, i cui membri generalmente ricoprivano il ruolo di Ierofanti (dal greco “Hierophantes“, che letteralmente significa “colui che spiega le cose sacre”) affiancati dai Cerici che avevano il ruolo di araldi. Il titolo di Ierofante era riservato agli Adepti più alti, che avevano il compito di istruttori degli Iniziati ai Grandi Misteri ed egli era l’unico interprete delle dottrine e dei segreti esoterici e la sua importanza era tale che non si poteva pronunciarne il nome in presenza di persone non iniziate.

Grazie a Plutarco dove, parlando di Demetrio che aspirava a ricevere contemporaneamente le tre iniziazioni, scrive:

“Ora ciò non era permesso e mai prima si era fatto, ma i Piccoli Misteri si celebrano nel mese di Antesterione e i Grandi nel mese di Boedromione. L’epoptica si riceveva, poi, al più presto un anno dopo i Grandi Misteri4)4

sappiamo che i riti misterici venivano celebrati in due precisi momenti dell’anno: durante l’equinozio di Primavera, nel mese di Antesterione (indicativamente tra il 19 e il 21 marzo), in cui venivano officiati i Piccoli Misteri i quali avevano una funzione preparatoria ai Grandi Misteri celebrati durante l’equinozio d’Autunno, nel mese di Boedromione (dal 16 al 25 settembre). I Piccoli Misteri si svolgevano ad Agra, un sobborgo di Atene, mentre i Grandi Misteri venivano celebrati proprio ad Eleusi.

Lo svolgimento era suddiviso attraverso 7 gradi di iniziazione:

  1. Iniziazione ai piccoli Misteri;
  2. Iniziazione ai Grandi Misteri;
  3. Iniziazione all’Epoptea (Intuizione);
  4. Iniziazione della Corona;
  5. Iniziazione Sacerdotale;
  6. Iniziazione Ierofantica (Regale);
  7. iniziazione Suprema

Il Palazzo dell’Iniziazione: il Telesterion

Telesterion di Eleusi

Ricostruzione del Telesterion di Eleusi

Il luogo dove si tenevano tali riti era il Telesterion, monumento databile attorno al VII secolo a.C. e ampliato intorno al 520 a.C. per ospitare un maggior numero di persone. L’interno presentava l’anakron, la cella con la statua sacra a Demetra, sul lato meridionale con 22 colonne disposte su 5 file, la scala dei Mystai (gli Iniziati) disposta sulle 3 pareti. Dopo che Cimone trasformò la sala in forma rettangolare, Pericle riportò la sala alla sua forma quadrata, mise l’anakron al centro della sala e le scalinate per i Mystai su tutte e 4 le pareti; le colonne divennero 42 disposte su 7 file da 6. Successivamente Filone aggiunse un vestibolo di 12 colonne doriche.

La pozione magica

Ho digiunato, ho bevuto il ciceone (kikéon), ho preso gli oggetti dal cesto (kiste), ho lavorato e ho rimesso nel cesto alto (kàlathos) e da lì nell’altro cesto (kiste). 5)5

ciceoneGrazie a Clemente Alessandrino sappiamo che questa era la formula (synthema) recitata dal candidato all’atto della cerimonia. Il ciceone (kykeon) era una bevanda preparata con acqua, farina d’orzo, menta, vino e formaggio di capra grattugiato6)6 cui veniva aggiunta una sostanza allucinogena dallo Ierofante. Nel 1978 Gordon Wasson, Albert Hofmann e Carl Ruck pubblicarono il libro “The road to Eleusis” in cui enunciarono le loro teorie dopo anni di studi e affermarono che la sostanza psicoattiva poteva essere la segale cornuta 7)7, in grado di alterare la coscienza similmente all’LSD.

Gli antichi Greci non erano certamente gli unici a consumare bevande al cui interno venivano unite sostanze con poteri psicotropi, basti pensare all’ayahuasca preparata dagli sciamani Quechua o al soma degli Hindù.

Conclusione

Quale miglior modo si chiudere questo articolo se non la bellissima canzone degli Antica Tradizione intitolata per l’appunto Ad Eleusi?

Strade di Atene affacciate al tramonto, l’incenso ti porta il richiamo
Di note e canti antichi e pagani che il tempo non ha cancellato
Si riunisce una folla di gente intorno a un altare
Porteranno ad Eleusi il segreto che ancora nessuno potrà rivelare!

Bianco colore del tempio, le ombre dei sacerdoti
Che innalzano al cielo quel dono divino, quel frutto che chiamano grano
Sì chiudon le porte ad Eleusi e qualcuno comincerà a pregare,
Ma dentro quel calice d’oro un sogno riappare!

E tra mille confini le immagini sembrano perdere il loro colore
Si disegnano spazi celesti che solo gli dei potranno vedere
E si unisce la morte con l’anima al suono di sacre e antiche canzoni
Che ti portano un sogno remoto dettato da nuove rivelazioni!

Ritorna il mattino già stanche le membra e tu che vuoi ritornare
Ai soliti giochi di sempre e a quello che ormai ti appartiene
Ma sei stato ad Eleusi e hai visto ciò che non puoi vedere
Hai giurato davanti agli dei che niente potrai rivelare!

Che tra mille confini le immagini sembrano perdere il loro colore
Si disegnano spazi celesti che solo gli dei potranno vedere
E si unisce la morte con l’anima al suono di sacre e antiche canzoni
Che ti portano un sogno remoto dettato da nuove rivelazioni!

Prometheus


NOTE:

1) Pausania, 10, 31, 11; cit. da Giorgio Colli, La sapienza greca, vol I, p. 115.
2) Il nome Eleusi sembra derivare dal greco éleusis ovvero venuta, a ricordare la sosta in tale città della dea Demetra
3) Le analogie con il ciclo riproduttivo sono evidenti e non è un caso che al culmine dell’iniziazione all’iniziato veniva mostrata una spiga di grano.
4) Plutarco, Demetrius, 26, apud Magnien
5) Clemente Alessandrino, Protrettico, 2, 21, 2
6) Almeno questa è la ricetta tramandataci da Omero nell’Iliade
7) Per segale cornuta si definiscono le escrescenze parassitarie del fungo Claviceps che cresce nel grano e nelle erbe selvatiche, assai diffuso nel Mediterraneo

Promotion

Articoli relativi

I sette gradi di Iniziazione dei Misteri Eleusini:... Avendo già parlato in precedenza dei Riti di Iniziazione e dei Misteri Eleusini (vedi QUI), andremo ora ad analizzare i sette diversi gradi di Inizi...
Riti misterici, iniziazioni e segreti ancora irris... Introduzione ai Riti misterici L'importanza assunta nel mondo antico dai Riti misterici era tale che persino lo stesso Cicerone, facendo riferiment...

References   [ + ]

1. 1
2. 2
3. 3
4. 4
5. 5
6. 6
7. 7