Beltane: la festa della Rinascita e della purificazione degli antichi Celti

Beltane

Beltane, l’antica festa pagana di origine celtica celebrata la notte tra il 30 di aprile ed il primo di maggio. Essa rappresentava la festa della Rinascita, della purificazione e assumeva quindi una valenza spirituale di una certa rilevanza. Con Samhain e Yule era una delle principali feste del calendario celtico.

Beltane

BeltaneCome detto poc’anzi, Beltane era le festa delle purificazione. Durante questa ricorrenza i Druidi, i sommi sacerdoti celtici, erano soliti accendere dei falò attraverso i quali far passare animali e uomini per purificarli. Questo rituale non assumeva solamente un significato spirituale ma, anche salutistico.

Leggi anche: La storia del Druidismo ed i misteri dei Druidi

Esso serviva anche a tenere uomini e bestie lontano dalle malattie. In un precedente articolo abbiamo già visto l’importanza che aveva il fuoco presso gli antichi popoli, dai Romani all’India passando per lo Zoroastrismo.

Leggi anche: L’importanza del fuoco nella storia dell’uomo

BeltaneBeltane, il cui significato letterale indica letteralmente “fuoco di Bel”, è la festa del dio Bel, una antica divinità solare che trova le sue origini nel paganesimo nordico di ancestrale memoria. Bel – o Beleno – era una divinità pastorale adorata un tempo in Irlanda ed in Gallia.

Se Beltane, Samhain e Yule erano le festività principali, il calendario celtico comprendeva 8 eventi importanti per l’uomo e per la Natura:

  • Imbolc, la festa della fine dell’Inverno – 2 Febbraio
  • Ostara, la festa della Primavera – 21 Marzo
  • Beltane – 1° Maggio
  • Litha, il Solstizio d’estate – 21 Giugno
  • Lughnasad, la festa del raccolto – 1 Agosto
  • Mabon, l’Equinozio autunnale – 21 Settembre
  • Samhain, il Capodanno celtico – 31 Ottobre
  • Yule, il Solstizio invernale – 21 Dicembre

Per ulteriori approfondimenti si rimanda il lettore ai seguenti articoli:

BeltaneBeltane era, dunque, la festa della Rinascita in cui veniva celebrata, tra l’altro, l’unione sacra tra il Dio e la Dea, la Madre Terra. Questa congiunzione divina portava a nuova vita, era la rinascita di Madre Natura in tutte le sue sfaccettature. Beltane era quindi la festa della fecondità sotto molteplici aspetti. Se da un punto di vista materialistico, avveniva l’unione tra uomo e donna celebrata tra i due giovani più belli del villaggio. Spiritualmente era anche una raffigurazione del famoso matrimonio alchemico tra Dio e l’Anima umana.

Conclusione

Beltane è anche conosciuta come la notte di Valpurga, soppiantata poi con l’arrivo del Cristianesimo e la conseguente cristianizzazione dell’Irlanda, con Santa Valpurga. Così come avviene per la festività di Samhain, anche ai nostri giorni, i ricordi di Beltane restano vivi in quelle aree del Nord Italia che, in passato, subirono l’influenza celtica come Piemonte, Veneto e Lombardia. Beltane è anche una delle principali feste della Wicca, la moderna stregoneria in salsa neopagana (LINK). E’ forse solo un caso se la Festa dei Lavoratori venne fissata proprio il primo di maggio?

Prometheus

Articoli relativi

Yule e l’importanza spirituale del Solstizio... La celebrazione del Solstizio invernale, per i popoli antichi, era una delle festività principali dell'anno in quanto rappresentava uno dei quattro ...
L’Equinozio d’Autunno: la morte della ... L'Equinozio d'Autunno rappresenta forse il momento dell'anno più triste per l'essere umano in quanto si ha la fine dell'Estate, della stagione calda...
L’Equinozio di Primavera: il risveglio della... L'Equinozio di Primavera è una delle fasi più importanti dell’anno e già nelle antiche culture in questo giorno si celebravano particolari riti e li...