Crea sito

L’anima esiste davvero e la Scienza ci fornisce le prove

L’anima esiste o no? Questa domanda ha da sempre posto di fronte credenti e atei, spiritualisti e materialisti, fideisti e scettici. Da un lato c’è chi ne sostiene l’esistenza senza se e senza ma. Dall’altro, chi la nega a priori perché nessuno l’ha mai vista. E se fosse proprio la Scienza a fornirci le prove dell’esistenza dell’anima?

anima esiste

L’anima esiste e vi sono le prove

Secondo due illustri studiosi come il medico americano Stuart Hameroff ed il fisico inglese Roger Penrose, l’anima esiste ed è contenuta all’interno dei microtuboli. Queste strutture fanno parte, a loro volta, delle cellule cerebrali chiamate comunemente neuroni. La teoria di Hameroff e Penrose sostiene che l’anima è formata da elementi quantistici. Questi elementi, al momento della morte dell’individuo, abbandonano il corpo fisico, in particolar modo il sistema nervoso, per tornare nell’Universo. Per semplificare, si può affermare che l’anima non muore ma ritorna nell’Universo.

anima esiste

Vengono, quindi, affermati due concetti comuni a diverse religioni: l’anima è fatta della stessa sostanza dell’Universo ed in esso ritorna.

“Egli contiene tutte le opere, tutti i desideri, tutti i profumi e tutti i gusti. Egli abbraccia l’intero Universo; egli è oltre la parola e oltre i desideri. Egli è il mio Atman all’interno del mio cuore, egli è Brahman. Andandomene di qui io mi fonderò in lui. Colui che dice così invero non ha dubbi.”  – Chandogya Upanishad III, 14, 4 (Cit. Raimon Panikkar, I Veda, Mantramanjari, Op. cit, p.984)

In secondo luogo, l’anima esiste da moltissimo tempo.

“Quando, o caro, un uomo muore, la sua parola si ritrae nella mente, la mente nel soffio vitale, il soffio vitale nel tejas, il tejas nella suprema divinità. Qualunque sia questa essenza sottile, tutto l’Universo è costituito di essa, essa è la vera realtà, essa è l’Atman. Essa sei tu, o Svetaketu”. – Chandogya Upanishad VI, 8, 6-7 (Traduzione di Carlo Della Casa, in Upanishad, Torino, UTET, 1976, pag. 248)

Parallelismi con la metafisica orientale

Quanto appena detto trova diversi riscontri nel pensiero delle Upanishad e dell’Advaita Vedanta. La fisica quantistica, affermando che l’anima esiste e vi è una connessione tra di essa e l’Universo, sostiene lo stesso principio monistico vedantiano. Esso afferma come l’Atman, l’anima individuale, ed il Brahman, l’Anima Universale, siano strettamente correlati. O, meglio, Atman e Brahman siano un tutt’uno. 

Rileggiamo le parole pronunciate da Uddalaka Aruni a suo figlio Svetaketu nella Chandogya Upanishad:

Tat tvam asiQuello sei tu

proprio per sottolineare questa unione, indissolubile, tra anima individuale ed Universo.

Leggi anche: L’Advaita Vedanta e l’identificazione tra Atman e Brahman

L’anima esiste e io l’ho fotografata

anima esistePer avvalorare la teoria di Hameroff e Penrose servirebbero le prove. Ed effettivamente ce ne sono. Lo scienziato russo Konstantin Korotkov avrebbe provato l’esistenza dell’anima. Per mezzo di uno speciale dispositivo bioelettrografico, sarebbe riuscito a fotografare l’esatto momento in cui essa lascia il corpo al momento della morte.

La tecnica usata dal Dr Korotkov, denominata Kirlian, non è accettata dall’intera comunità scientifica. Nonostante tutto, viene però adottata dal Ministero della Salute russo per la diagnosi di diverse malattie, soprattutto alcune forme di cancro. Il metodo Kirlian è tuttora utilizzato da oltre 300 medici in tutto il mondo come forma di monitoraggio diagnostico. Korotkov ha avuto il merito di migliorare e perfezionare il metodo Kirlian grazie alla tecnica denominata GDV (Gas Discharge Visualization), applicata per la prima volta su una persona morente.

Le foto di Korotkov

L’immagine sottostante rappresenta il momento esatto in cui l’anima abbandona il corpo del defunto.

anima esiste

I vari colori corrisponderebbero ai diversi campi energetici. L’alone blu rappresenterebbe il momento in cui l’anima lascia il corpo il quale diventa, quindi, rosso. Dalla sequenza delle immagini si può vedere come l’anima lascerebbe il corpo partendo dalla testa e dall’ombelico, per finire all’inguine ed al cuore che verrebbero abbandonati per ultimi.

Dopo aver condotto diversi esperimenti, il Dr Korotkov ha affermato che, soprattutto in caso di morte violenta o improvvisa, l’anima ritornerebbe più volte nel corpo nei giorni successivi alla morte. E’ come se l’anima vagasse indecisa e confusa e non accettasse la prematura separazione. Secondo la teoria di Korotkov, l’anima vaga alla ricerca del corpo in quanto possiede ancora una dose di energia rimasta inutilizzata.

Attendibilità degli studi

Per quanto concerne la competenza e l’affidabilità dei vari Hameroff, Penrose e Korotkov non si può dubitare dal momento che:

il dottor Hameroff è professore emerito nel Dipartimento di Anestesiologia e Psicologia e Direttore del Centro Studi sulla Coscienza dell’Università dell’Arizona;

il dottor Korotkov, oltre a vantare 25 anni di carriera, è autore di 4 libri e di 70 articoli sulle principali testate di fisica e biologia a livello mondiale. Egli è anche detentore di 12 brevetti per invenzioni biofisiche. Recentemente è stato eletto Presidente dell’Unione Internazionale della Bioelettrografia Medica e Applicata (IUMAB);

Roger Penrose è un illustre fisico e matematico e a lui si deve la scoperta del famoso numero di Penrose che attesta l’impossibilità della Creazione dell’Universo dovuta alla casualità. Di questo numero se n’è parlato nel precedente articolo sulle prove della Creazione forniteci dalla Scienza stessa.

Conclusione

Agli occhi di un ateo e di un materialista tutto ciò potrebbe sembrare assurdo. E’ difficile credere ed accettare che l’anima esiste e vi è una correlazione tra essa e l’Universo. Oltre al fatto che testi scritti migliaia di anni fa possano avere una certa validità scientifica ai giorni nostri. Sembra proprio che, quanto affermato negli antichi testi sacri della letteratura indiana, venga suffragato, ai nostri giorni, dagli scientifici di tutto rispetto.

Prometheus

Fonte

 

 

(Visited 130 times, 1 visits today)