Crea sito

Alcune curiosità sul Darwinismo che sicuramente non sai

Il Darwinismo è l’altro nome con cui è conosciuta la cosiddetta Teoria dell’Evoluzione. Essa sostiene che gli uomini si siano evoluti da un antenato in comune con le scimmie. Nonostante l’Evoluzionismo venga insegnato nelle scuole, presenta ancora molti punti oscuri che forse non sai e che lo mettono decisamente in discussione. Vediamo quali.

Darwinismo 

Alcune curiosità sul Darwinismo

1 – Nono sono mai stati rinvenuti reperti fossili che attestassero degli stadi evolutivi

Lo stesso Darwin ammise di non avere nessun reperto fossile in grado di sostenere la sua teoria. Reperti che, secondo lo scienziato inglese, sarebbero stati rinvenuti successivamente nel corso degli anni. Ciò non è ancora avvenuto. Se il Darwinismo fosse veritiero ed attendibile, nel corso di tutti questi anni, avremmo dovuto rinvenire migliaia di fossili di esseri in via di transizione, invece nulla. Non è stato ritrovato nessuno scheletro di un qualsivoglia animale che, nel corso del proprio processo evolutivo, si troverebbe a metà strada tra una specie ed un’altra.

2 – Tra i resti fossili delle scimmie e quelli degli ominidi il lasso di tempo che giustifica un’evoluzione è troppo breve

Prima del Miocene non sono mai stati rinvenuti fossili di scimmie. I primi resti umani risalgono invece al Pilocene e, dal momento che tra le due epoche intercorre un arco di tempo troppo breve per un qualsiasi processo evolutivo, è alquanto improbabile che ciò sia avvenuto. Ma, soprattutto, come mai nel corso di tutti questi anni non è ancora stato ritrovato il cosiddetto e fantomatico anello di congiunzione tra l’uomo e la scimmia tanto caro ai sostenitori del Darwinismo?

3 – I fossili degli ominidi sono molto più antichi rispetto a quelli delle scimmie

Gli scheletri dei primi ominidi ritrovati i quali presentavano una stazione eretta, risalgono a circa 6 milioni di anni fa, mentre i fossili delle scimmie antropomorfe al massimo ad un milione di anni fa. Come è quindi possibile un’evoluzione dell’uomo dalla scimmia dal momento che gli ominidi sono più antichi dei primati? Ennesima prova come il Darwinismo faccia acqua da tutte le parti.

Darwinismo 

4 – L’uomo e le scimmie presentano una struttura scheletrica assai differente

Lo scheletro umano ha una struttura primordiale con cranio ampio e tondo, fossa occipitale centrale, mano a ventaglio, ecc., mentre le scimmie ne hanno una specializzata. Se fossimo parenti stretti, come sarebbero possibili e spiegali tali differenze fisiologiche?

5 – Il feto ed il neonato di qualsiasi scimmia somigliano all’uomo

Se si analizza un feto oppure un cucciolo di scimmia appena nato, si può notare come esso somigli all’uomo. Al contrario, il neonato umano non ha alcune analogie con le scimmie. Se derivassimo dai primati o avessimo per lo meno un antenato in comune, alla nascita dovremmo avere qualcosa in comune con essi. Invece nulla, anzi è il contrario.

Conclusione

Concludiamo questa breve e veloce dissertazione sul Darwinismo con una breve considerazione di Giuseppe Sermonti, il quale afferma:

“…l’origine scimmiesca degli uomini è stata sostenuta contro ogni prova neontologica e paleontologica. I risultati più recenti concordano nell’escludere una derivazione dell’uomo dalle scimmie ominidi attuali…” Giuseppe Sermonti, “La luna nel bosco: saggio sull’origine della scimmia”, Rusconi, Milano 1985.

Per approfondire l’argomento Darwinismo:

Perchè ha senso andare oltre l’Evoluzionismo

Giuseppe Sermonti – Dopo l’uomo la scimmia: il Peter Pan dei primati

Prometheus

(Visited 52 times, 1 visits today)

Articoli relativi

Perchè ha senso andare oltre l’Evoluzionismo... La Teoria dell'Evoluzione, o Evoluzionismo, afferma che ogni essere vivente sulla Terra si sia evoluto da un precedente progenitore, uomo compreso. Qu...
Secondo la Scienza è la scimmia che discende dall&... Dopo l’uomo, la scimmia. Il Peter Pan dei primati di Giuseppe Sermonti La teoria evoluzionista, che fa discendere l’uomo dalla scimmia, ha con...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*