Monthly Archives: febbraio 2016

La meccanica quantistica conferma la correlazione Anima-Universo

meccanica quantistica

La meccanica quantistica afferma l’esistenza dell’anima e di una sua connessione con l’Universo. La correlazione Atman, anima individuale, e Brahman, Anima Universale, è alla base del pensiero religioso induista, espresso in particolar modo dalla filosofia Advaita Vedanta. Tutto ciò potrebbe sembrare assurdo dal momento che è proprio la scienza che cerca in tutti i modi di negare ogni aspetto spirituale dell’esistenza umana. Continue reading

Il Kali Yuga: il periodo di decadenza morale e sociale

kali yugaIn un precedente articolo abbiamo parlato del computo del tempo nelle filosofie orientali, la cui concezione è ciclica dove cicli più piccoli si ripetono all’interno di cicli più grandi: Yuga, Maha-Yuga, Manvantara, Kalpa, ecc. Ora andremo ad analizzare più nei dettagli il periodo che ci riguarda più da vicino, la nostra epoca: il Kali Yuga. Continue reading

Il computo del tempo nei grandi cicli cosmici indiani

kalachakra: la durata del tempoA differenza del pensiero occidentale basato sul sistema ebraico-cristiano che vede una concezione del tempo dalla durata lineare, nel mondo orientale tale concezione è circolare, ciclica: cicli più piccoli si ripetono all’interno di cicli più grandi, durante i quali avviene l’emanazione, la manifestazione e il riassorbimento dell’Universo, attraverso sue distruzioni che possono essere parziali, Pralaya, o totali, Mahapralaya. Continue reading

La violenta vittoria del Cristianesimo sul Paganesimo

cristianesimo paganesimo

Per mano di Costantino prima e di Teodosio poi, dal 311 al 392 vennero emessi una serie di decreti per perseguitare i Pagani e concedere sempre più diritti ai Cristiani fino ad ufficializzare il Cristianesimo come religione di Stato dell’Impero Romano. Continue reading

Il Brahman, l’Assoluto: la Radice e il Fondamento del Tutto

brahmanTat tvam asi – Quello sei tu, risponde più volte Uddalaka Aruni alle domande di suo figlio Svetaketu spiegandogli che il Sè di ogni essere vivente è il riflesso del Sè dell’Assoluto dal momento che in ognuno di noi il Brahman, l’Atman universale, si identifica con l’atman individuale. Continue reading